Intervista a Fabio D’Amore

Partiamo oggi con un nuovo appuntamento pensato per farvi conoscere meglio i nostri associati: attraverso brevi interviste, uno ad uno ci racconteranno il loro rapporto con il viaggio e il proprio blog. Oggi è la volta di Fabio D’Amore, del blog Assaggi di viaggio. Fabio è anche uno dei fondatori dell’Associazione Italiana Food Blogger, di cui è anche vice presidente.

Che tipo di viaggiatore sei?

Un viaggiatore “fai da te”, da una decina d’anni prenoto tutto in autonomia su internet. Mi piace documentarmi attraverso le guide, letture su internet e foto dei posti. Amo tutto del viaggio, la fase di studio dei posti e di programmazione dell’itinerario, la scelta degli hotel e anche dei posti dove mangiare. Di solito programmo nei dettagli le visite lasciando sempre un po’ di spazio alla deviazione imprevista.

Premesso che tutti i viaggi sono speciali, qual è quello che hai maggiormente nel cuore e quale invece è ancora un sogno nel cassetto?

Il posto che mi è rimasto nel cuore e dove tornerei ogni anno è l’Islanda. Dei paesaggi mozzafiato in una Natura incontaminata, tra ghiacchi, fuoco, paesaggi lunari ed animali, oltre a zone termali e buon cibo. Un sogno invece è l’Australia e spero prima o poi di andarci.

Quando e perchè è nato il tuo blog?

Il mio blog nasce nell’Ottobre del 2009. Io uscivo da un forum di viaggi, mia moglie da uno di cucina ed abbiamo deciso di aprire questo nostro spazio personale dove condividiamo le nostre passioni.

Quali sono gli argomenti su cui punta maggiormente il tuo blog?

Fondamentalmente parliamo dei nostri viaggi e dei piatti che cucina soprattutto mia moglie Anna Luisa, anche se ogni tanto c’è anche qualcosa di mio.

Lasciando da parte per un attimo il blog, usando tre aggettivi prova a dirci chi sei

Non è mai facile parlare di se stessi, penso di essere una persona aperta, disponibile ed entusiasta della vita.

Quanto consideri importante l’attività social legata al blog?

Molto. Ormai è parte integrante del blog. Anche se a volte mi dà noia postare le stesse cose su diversi canali, ogni social ha le sue caratteristiche ed è giusto ottimizzarne i contenuti in quest’ottica.

Quale social ti dà maggiori soddisfazioni e quale meno? Perché?

Di più, sicuramente Facebook dove c’è molta interazione personale e ci si conosce meglio.
Meno, su Twitter, ho avuto sempre poco feeling con questo social. Ok, non ne capisco proprio il senso dell’esistenza 😀

Che tipo di interazione hai con i tuoi lettori?

Cerco sempre di coinvolgerli nei miei post, rispondo s tutti i commenti, mi sembra anche una forma di rispetto.

Che cosa ti aspetti dall’associazione e quale pensi possa essere il tuo contributo?

Da fondatore dell’AIFB, l’associazione dei Food Blogger, credo molto nella realtà associativa e nei vantaggi per tutti che se ne possono trarre, in termini di servizi e di opportunità. Da parte mia metto a disposizione la mia esperienza associativa pregressa di circa un anno e mezzo, ed essendo realtà nuove so che non è facile gestirle subito al meglio e la mia esperienza ventennale di viaggiatore e fotografo e quella di blogger da 6 anni, ma presente sul web da molto prima.

Commenta