L’Associazione Italiana Travel Blogger lancia la formazione on line gratuita per i suoi Associati

Videolezioni live sui temi digital, in collaborazione con docenti esperti, per potenziare la professionalità dei travel blogger AITB

Seo, social media, content marketing sono strumenti fondamentali che un travel blogger deve conoscere e padroneggiare per gestire la propria attività on line in maniera professionale. Proprio per questo l’Associazione Italiana Travel Blogger, che ha fatto della formazione uno dei suoi obiettivi costitutivi, ha deciso di offrire gratuitamente ai propri Associati un percorso di formazione on line continuativo grazie alla collaborazione con professionisti esperti nei temi centrali oggi per il blogging.

La formula è semplice: ogni settimana un docente selezionato si collega al Gruppo Facebook dedicato alla formazione, accessibile in esclusiva agli Associati, e tiene una videolezione live su argomenti scelti in precedenza dai travel blogger AITB in base alle proprie esigenze, lasciando ampio spazio a domande e risposte sempre in modalità live, ma non solo: per i blogger che non riescono a seguire la diretta la lezione resta disponibile anche successivamente con la possibilità di chiedere ulteriori approfondimenti al docente.

La Presidente di AITB Monica Nardella sull’iniziativa dichiara: «Il blogging è un mondo in continua evoluzione e la pluralità di aspetti coinvolti nell’attività rendono indispensabile, per il blogger professionista, l’aggiornamento continuo. AITB, consapevole fin dalla sua istituzione della dinamicità del settore in cui operano i propri associati, ha destinato un importante budget a progetti formativi articolati in moduli di fruizione estremamente flessibili. Il percorso didattico, concordato con docenti di grande esperienza e competenza, garantirà ai soci aggiornamento, formazione e supporto nella propria attività di blogging senza alcun esborso supplementare rispetto alla quota associativa versata all’atto di iscrizione. Altro aspetto decisamente non trascurabile visti i costi proibitivi di molti corsi a cui i blogger individualmente non riescono ad accedere rinunciando loro malgrado a opportunità di crescita e miglioramento indispensabili nel nostro lavoro».

I primi due formatori a entrare nella “scuola” di AITB sono Andrea Billi che svilupperà un percorso sulla Seo e Claudio Nader che si occuperà di Social Media Marketing. Billi, Sviluppatore software e Analista digitale, ha cominciato ad interessarsi ai motori di ricerca fin dai primi anni 2000, studiando Yahoo, Altavista e Google. Ha collaborato insieme al prof. Francesco De Nobili alla stesura del libro “Seo Google”. Imprenditore dal 2001 nel settore del digital marketing, offre consulenza strategica attraverso l’utilizzo di tutti gli strumenti di advertising a pagamento (e non) sulle principali piattaforme online: AdWords e Facebook Business.

Tutt’altro percorso per Claudio Nader: a partire dall’idea del Facebook CV, con la quale ottiene copertura internazionale nel 2011 (The Guardian, Mashable, Yahoo Finanza, Repubblica e altre testate) Nader avvia il suo percorso nel mondo della comunicazione e del marketing digitale, con particolare attenzione al mondo dei social media. Oggi ricopre il ruolo di Head of Strategy and Performance all’interno di Nimai – Digital Company e affianca il lavoro sia di PMI che si affacciano al digitale che di aziende nel pieno di processi di Digital Transformation. La lista delle aziende con cui ha lavorato comprende TIM, UniCredit, Eridania, Unipol Banca, Guggenheim Intrapresae, Ferrari Trento, Ducati, Peroni, Palazzo delle Esposizioni di Roma, Bologna Welcome e molte altre. Nel frattempo, si occupa di formazione marketing per Bologna Business School e per aziende private che intendono andare incontro alle evoluzioni del settore.

«Nel 2018 non è più possibile fare formazione Seo tecnica base (o avanzata) che sia scollegata da una visione strategica della propria attività, in questo caso la gestione di un travel blog» sostiene Andrea Billi. «Seo e Advertising Digitale sono due facce della stessa medaglia perché Google e altri come Bing, offrono entrambi i servizi. Un trend del 2018? La naturale conseguenza di quella che è l’evoluzione dell’intelligenza artificiale e gli algoritmi pattern matching: sempre di più verrà utilizzato il Voice Search che genera chiavi di ricerca complesse. Queste chiavi hanno come obiettivo SERP contenuti specifici che devono essere quindi estremamente fruibili e offrire un reale vantaggio per chi legge».

«Mese dopo mese il tempo che spendiamo sui social media aumenta e le possibilità che offrono questi canali per far crescere progetti personali o professionali aumentano ogni giorno» dichiara Claudio Nader. «Per chi ha un blog, oggi, non è semplice rimanere aggiornati su tutte le novità e le nuove opportunità ma è assolutamente impensabile non provarci. Ecco perché la formazione regolare è uno strumento fondamentale per raggiungere e coinvolgere tutte le persone che ogni giorno utilizzano i social media per informarsi e scoprire nuovi siti e blog da seguire».

Commenta